Inserzionisti
E-mail
Password





Sei in: Home Page Informazioni sulla Sicilia Località turistiche Ustica

Ustica

Stampa questa pagina Elenco: Località turistiche

L’isola di Ustica e la sua Area marina protetta

Località turistiche: Ustica

Ustica emerse dal mare circa un milione di anni fa, grazie ad una serie di eruzioni vulcaniche che squarciarono le acque del Tirreno a circa 67 km a nord-ovest da Palermo e a 95 km dall'isola di Alicudi. Nel suo limitato territorio sono ancora oggi evidenti le testimonianze ed i segni dell'evoluzione vulcanica, dove l'incessante azione erosiva del vento e delle onde hanno dato vita ad un paesaggio costiero molto vario, con spettacolari scogliere di lava che si alternano a falesie, anfratti, faraglioni ed innumerevoli grotte.

Al centro dell'isola si viluppa una piccola dorsale formata dagli antichi crateri vulcanici del Monte Guardia dei Turchi (248 m), del Monte Costa del Fallo (234 m) e del Promontorio della Falconiera (175) che s'innalza imponente sul mare.

L'unico centro abitato dell'isola si distende attorno al porto, come se lo volesse abbracciare, mentre una sinuosa stradina alternata a gradinate conduce sino al centro del paese, dalla cui piazzetta si può ammirare un mignifico panorama sul porticciolo. La piazza di Ustica è il punto nevralgico dell'isola, qui si può respirare la tranquilla e vivace atmosfera del paese assaporando le tipiche granite al limone o al caffè, oppure le prelibate cassatine di ricotta.

Non diventa così difficile condividere l'impressione che ebbe di Ustica Cesare Pavese, che trovò l'isola "dura e dolcissima", e nemmeno diventa faticoso comprendere quale ispirazione abbia guidato la mano di numerosi pittori che ahnno abbellito con artistici murales le case del paese.

La Riserva Marina

La Riserva Marina di Ustica è stata istituita nel 1987 per preservare e proteggere l'immenso patrimonio faunistico che si cela nei fondali dell'isola, stimati tra i più belli del Mediterraneo. Ambienti dove non bisogna essere dei provetti subacquei per ammirarne i segreti, infatti chi non ha dimestichezza con le immersioni non dovrà per questo rinunciare ad osservare con meraviglia la vita sottomarina, poichè anche dalla superficie, attrezzandosi solamente di maschera e boccaglio, si potranno fare interessanti osservazioni. Ad Ustica infatti, appena sotto la superficie s'incontrano banchi di saraghi, occhiate, castagnole e gruppi di salpe che pascolano tra le alghe, mentre coloratissime donzelle pavonine fuggono vivaci tra le roccie. Se poi si scruta con attenzione le zone della scogliera più riparate dalla luce, si possono i rossi Re di triglie e poi spugne dalle mille tonalità, colonie di madreporari, cernie, murene, etc.

Chi invece proprio non vuole entrare in acqua, può comunque ammirare lo spettacolo offerto dal mondo sottomarino di Ustica partecipando alle escursioni organizzate con la motobarca "Acquario", un'imbarcazione dalla chiglia trasparente che permette ampie vedute dei fondali sottostanti, oppure visitare l'acquario del Parco in cui sono stati ricreati, all'interno delle vasche, ambienti corrispondenti alle differenti batimetrie.


Galleria immagini Galleria immagini: Ustica

Torretta di avvistamento ustica Porto turistico di ustica Torretta di avvistamento a ustica
Il porto di ustica Mulino a vento a ustica Il mare di ustica







La pagina ha impiegato 0.0136 secondi