Inserzionisti
E-mail
Password





Sei in: Home Page Informazioni sulla Sicilia LocalitÓ turistiche Ragusa

Ragusa

Stampa questa pagina Elenco: LocalitÓ turistiche

La perla degli Iblei

La città di Ragusa può vantare origini antichissime. La collina di Ibla fu infatti abitata già dal XIV secolo a.C. dai Siculi che lasciarono numerosi reperti archeologici nella zona (tombe a forno, grotticelle scavate nella roccia. etc...).

Da questa città passarono greci, romani, dalmati, bizantini, arabi, nonrnanni e aragonesi, i quali, tutti, hanno contribuito a forgiare un retrotenra culturale di spessore. La città venne pressoché distrutta dal tenribile tenremoto che nel I 693 colpì tutta la Sicilia centro-orientale.
La ricostruzione iniziò quasi subito "partorendo" due città; in effetti i nobili (sangiorgiani) preferirono ricostruire sullo stesso luogo dove sorgeva prima, mentre la borghesia (sangivannari) volle costruire sulla vicina collina di Patro. E' per questo che la Ragusa che noi conosciamo è caratterizzata da due nuclei urbani (autonomi fino al 1926) praticamente distinti: presso lo sperone orientale è anroccata Ibla che ha caratteristiche topografiche ed urbanistiche di matrice mediovale, mentre ad occidente (collina di Patro) si sviluppa Ragusa, caratterizzata da un impianto più modemo e da una maggiore regolarità planimetrica accentuata dagli ampi assi ortogonali. La ricostruzione, che utilizzò i materiali offerti dalla natura stessa dei luoghi (basalto lavico e pietra bianca locale), dette vita a quei gioielli del "barocco fiorito" che, unico perché ricco di una sorta di gioiosa fantasia, nel 2002 è stato riconosciuto dall'Unesco patrimonio mondiale dell'umanità.

Tra le numerose opere architettoniche di Ragusa Ibla, alcune meritano una menzione particolare per la loro bellezza, Un esempio è costituito dalla Cattedrale di S. Giovanni Battista, caratterizzata da un' elegante facciata barocca, a doppio ordine, che si sviluppa in larghezza e che è scandita verticalmente. nell'ordine inferiore, da vigorose colonne con capitelli ornati. Altra bellissima chiesa è quella di Santa Maria delle Scale che prende il nome dalla suggestiva scalinata di accesso; si trova nella parte più orientale di Ragusa e venne riedificata dopo il terremoto del 1693. Della primitiva chiesa quattrocentesca e rinascimentale conserva un pulpito gotico all'esterno e delle cappelle gotico catalane e rinascimentali all'interno.
In piazza Duomo, circondato dai palazzi barocchi che gli fanno da cornice, si trova il Duomo di S. Giorgio. Capolavoro del gotico settecentesco, fu edificato su progetto dell'architetto siracusano Rosario Gagliardi. E' caratterizzato da una cupola neoclassica che domina il quartiere di Ibla e da una scenagrfica facciata (di tre ordini sovrapposti) che aggetta su di una scalinata.

Degni di menzione sono anche la chiesa di S. Giuseppe, la chiesa delle Anime Sante del Purgatorio, il Museo Archeologico Ibleo, il Giardino Ibleo, nonché i numerosi palazzi settecenteschi (Palazzo Lupis, Palazzo delle Poste, Palazzo Zacco, Palazzo Bertini, etc).








La pagina ha impiegato 0.0170 secondi