Inserzionisti
E-mail
Password





Sei in: Home Page Informazioni sulla Sicilia LocalitÓ turistiche Pantelleria

Pantelleria

Stampa questa pagina Elenco: LocalitÓ turistiche

L'isola di Pantelleria

LocalitÓ turistiche: Pantelleria

Pantelleria è la più occidentale delle isole poste a corollario della Sicilia, è più vicina alle coste tunisine che a quelle siciliane e condivide con Tunisi la stessa latitudine.

Di origine vulcanica ha una superficie di 83 km2 che le conferisce quindi il primato tra le isole satellite. Conosciuta nell’antichità con il nome di Cossyra è stata territorio ambito dalle popolazioni antiche per la sua posizione strategica per le operazioni militari oltre che come nodo primario dei traffici marini.

Inoltre la natura vulcanica di Pantelleria l’ha resa ricca di ossidiana, prodotto vetroso lavico, richiesta in tutto il Mediterraneo per la produzione di arnesi da taglio e monili. Testimonianze del suo splendore antico sono gli innumerevoli resti di navi e dei loro carichi di anfore e i recenti ritrovamenti di porzioni perfettamente conservate di statue romane.

L’attività vulcanica si manifesta ancora oggi con fumarole, saune naturali e acque calde dove è possibile godere dei benefici delle acque sulfuree facendo il bagno in vasche sia all’aperto che all’interno di suggestive grotte.

Anche il terreno beneficia della sua origine vulcanica, favorisce infatti la produzione di uve, come il Moscato d’Alessandria, che danno vita al nettare per il quale l’isola di Pantelleria è conosciuta nel mondo il Passito. Il Moscato d’Alessandria è comunemente chiamato Zibibbo e spesso è utilizzato anche come uva da tavola per il suo gusto fresco e zuccherino. Molte aziende vinicole italiane e straniere, hanno realizzato degli avamposti per produrre vini con le uve locali. Anche il celebre attore Gerard Depardieu ha il suo vitigno e produce un eccellente passito.

Parlando di personaggi illustri che hanno assunto la personalità pantesca l’elenco sarebbe sconfinato, ma vale la pena citare Giorgio Armani, che fin dai primi anni 70, quando l’isola era praticamente sconosciuta al turismo di massa, stabilì qui una residenza estiva. Un altro prodotto tipico di Pantelleria è il cappero che qui cresce spontaneo apprezzato e utilizzato largamente nella dieta mediterranea.

Cala arco dell`Elefante a PantelleriaL’isola di Pantelleria non offre spiagge, ma gli accessi al mare sono suggestivi ed unici, scogli di pietra lavica, modellati dall’erosione del mare e del vento. Stupirà il realismo dell’Arco dell’Elefante, bizzarra opera d’arte della natura, che rappresenta un pachiderma adagiato sul fianco con tanto di orecchio e con la proboscide che crea un arco sul mare. Un altro elemento caratterizzante il paesaggio di Pantelleria è il lago Specchio di Venere, si tratta di un lago di origine vulcanica alimentato da sorgenti termali sulfuree e dalle piogge. I suoi fanghi scuri hanno un benefico effetto terapeutico e di cosmesi per la pelle.

Vale inoltre la pena visitare montagna grande con la fitta pineta e le frazioni interne del comune di Pantelleria, piccoli villaggi dove sembra che il tempo si sia fermato. Nel giro dell’entroterra è possibile scorgere i tanti crateri spenti molti dei quali ormai ricoperti da vegetazione.

A Pantelleria abbonda il pesce e la cucina ti pica pantesca propone piatti raffinati e sfiziosi, anche la pasticceria tipica sempre essere stata creata per sposarsi con un calice di passito.

Trovare alloggio è semplice, si può optare per i B&B nei caratteristici dammusi o con i tanti affittacamere e gli hotels.
L’isola di Pantelleria e raggiungibile via mare con partenze da Palermo e Trapani e via aerea con diverse compagnie con partenze oltre che dai due aeroporti della Sicilia occidentale anche dai principali aeroporti nazionali.


Galleria immagini Galleria immagini: Pantelleria

Pantelleria coltivazioni Pantelleria tramonto Pantelleria lago di venere
Pantelleria dammusi Pantelleria barche pescatori Pantelleria negozio tipico
Pantelleria area protetta Pantelleria porto turistico Pantelleria il castello








La pagina ha impiegato 0.0130 secondi