Inserzionisti
E-mail
Password





Sei in: Home Page Informazioni sulla Sicilia LocalitÓ turistiche Isola di Pantelleria

Isola di Pantelleria

Stampa questa pagina Elenco: LocalitÓ turistiche

Cala Arco dell'Elefante a Pantelleria

LocalitÓ turistiche: Isola di Pantelleria

Pantelleria, con la sua superficie di 83 kmq, un perimetro di 51.4 dm, gli 836 m di altezza del suo maggior picco "Montagna Grande", una larghezza di 8 km e una lunghezza di 13.7, costituisce la più grande tra le isole circumsiciliane e la quinta italiana dopo Sicilia, Sardegna, Isola d'Elba e Isola di S. Antioco.

Situata al centro del Mediterraneo, a circa 67 km dalla costa tunisina e 85 Km dalla costa siciliana, costituisce la parte emersa di un edificio vulcanico che si eleva di ca 2000 m dalla pianura abissale del Canale di Sicilia. Distribuiti in diverese contrade ca 7500 abitanti, i cui comportamenti sociali, nonchè i modi di abitare e produtrre, sono altamente influenzati dalla insularità e dalla relativa lontanza dalla terra ferma.

Nata dal vulcano e resa abitabile sfruttando ciò che il vulcano ha regalato, Pantelleria è come immersa nel fiato di un gigante che dorme, ne sono testimonianza gli innumerevoli fenomeni vulcanici secondari ben visibili sull'isola: le sorgenti di acque calde nelle zone del lago "Bagno dell'Acqua", di Cala Gadir, delle grotte di Nikà e Sateria e del Porto di Scauri; le emissioni gassose di vapore acqueo ed anidride carbonica delle Favare. Fossa del Russo, Monte Gibele; i Bagni Asciutti vere e proprie saune naturali: uno in località Kazzen e l'altra in località Benikulà; le Buvire in località Cala Gadir, Cala Tramontana, Cala Cottone; infine fenomeno opposto a quello delle saune è quello della grotta del freddo "pirtusu du nutaru" in località Bukkurm.

L'isola offre paesaggi, ora brulli, ora tetri, ora rigogliosi, che fanno perdere la cognizione del tempo e dello spazio. Da un paesaggio roccioso si passa alla più folta macchia, incontaminata, dai profumi unici al mondo, che finisce col tuffarsi nel blu intenso del amre. Splendida la sua costa mai monotona: pietre frastagliate che si alternano a scogli lisci e a vere e proprie sculture naturali nella roccia, Facili accessi al mare si contrappongono a strapimbi mozzafiato, che spesso nascondono meravigliose grotte dalle acque cristalline.

 

Il Clima

Dal clima tipicamente mediterraneo, l'Isola di Pantelleria viene considerata ambiente di transizione fra le coste settentrionali dell'Africa e quelle meridionali della Sicilia. Tuttavia la presenza della Montagna Grande, con i suoi 836 m, determina situazioni climatiche locali che si differenziano notevolmente dalle altre isole del Canale di Siclia.

L'influenza marittima naturalmente ha effetti sulla climatologia locale. l'inverno è abbastanza mite, con una temperatura media che oscilla tra i 9 e i 14°C, mentre d'estate la temperatura in media è di 35°C, con infine una media annua di ca 18°C.

Caratteristica peculiare del clima pantesco è il vento presente sull'isola, in base alle statistiche, per ca 337 giorni all'anno. Esso esercita un effetto disseccante soprattutto nella parte occidentale, ma il suo impatto con i rilievi determina anche la formazione di nebbie, soprattutto sulla cima della Montagna Grande, con effetto mitigante sul clima.

Per quanto riguarda la pioggia, si alternano anni di prolungata siccità ad anni di benefica abbondanza, in media 350 mm annui.

 

Cala Arco dell'Elefante

Insieme al Faraglione di Punta Tracino costituisce una delle maggiori attrattive dell'isola. Promontorio a forma di elefante che si abbevera nelle acque marine, è un tratto di costa mediamente bassa e liscia. Molto frequentato sia per l'indiscussa bellezza che per la facilità di accesso.


Galleria immagini Galleria immagini: Isola di Pantelleria

Pantelleria il castello Pantelleria lago di venere Pantelleria coltivazioni
Pantelleria tramonto Pantelleria la costa Pantelleria panorama
Pantelleria laghetto ondine Pantelleria abitazione tipica Pantelleria dammusi
Pantelleria laghetto di venere Vacanze a pantelleria Pantelleria laghetto ondine








La pagina ha impiegato 0.0520 secondi